top of page

IL GRANDE "FLOP" DELL'EDUCAZIONE MOTORIA NELLE CLASSI QUINTE DELLA SCUOLA PRIMARIA


Il Concorso


Il Concorso non è ancora stato bandito, doveva partire nella primavera del 2022, siamo a dicembre 2022 e non si sa quando partirà e se partirà: il pasticcio delle 2 ore di Educazione Motoria nella Scuola Primaria!


L'inizio


E' iniziato decisamente con il piede sbagliato l’avvio dell’ora di Educazione Motoria nelle classi quinte della Scuola Primaria.

I 2.200 docenti necessari per garantire la coperture delle ore di lezione di Educazione Motoria non ci sono perché il concorso che doveva individuarli non è mai stato svolto.

Al loro posto sono arrivati i supplenti delle Scuole Secondarie di I e II grado (nominati dalle graduatorie provinciali per le supplenze per le classi di concorso A-48 Scienze Motorie e Sportive nelle Scuole Secondarie di II grado e A-49 Scienze Motorie e Sportive nella Scuola Secondaria di I grado), che però, secondo me, molti non hanno né la formazione nè i vantaggi dal punto di vista economico), infatti l'Insegnante di Educazione Motoria impegnato nella Scuola Primaria è equiparato, anche dal punto di vista economico, agli Insegnanti del medesimo grado di istruzione, anche se appartenente a classi di concorso di I o II grado.


Per completare l'orario-cattedra


E poi a qualche Insegnante, per completare "l'orario-cattedra", gli sono state assegnate 5 o 6 Scuole Primarie (magari distanti tra loro e di Comuni diversi), dato che poche sono le classi quinte.

E poi ..... se molti Insegnanti non hanno un orario-cattedra completo, non potranno completare il proprio orario di servizio per le loro classi di concorso, quelle dove sono titolari (perché è vietato dalla Ordinanza Ministeriale n.112 del 6 maggio 2022) perchè una volta preso lo spezzone di ore, questo dovrà bastare per tutto l’anno scolastico, senza possibilità di raggiungere un incarico pieno.


Doveva essere la novità


Doveva essere la novità del nuovo anno scolastico 2022-2023, la possibilità peri bambini di alzarsi dai banchi di scuola e dedicarsi all’attività motoria e invece, oltre alla carenza delle palestre e delle attrezzature, mancano gli Insegnanti competenti.


Sport e Salute


"Sport e Salute", per compensare gli errori (tantissimi) e le carenze del MIUR in ambito di Educazione Fisica (pardon Educazione Motoria), ha inventato "Scuola Attiva Kids" (non era meglio in italiano?) e da anni inventa progetti e il "progettificio" iniziato dal CONI continua con Sport e Salute.

Con il CONI la lotta continua, si spendono soldi pubblici in progetti e così nella Scuola Italiana abbiamo Insegnanti MIUR di Educazione Motoria (io insisto .... di Educazione Fisica) per le classi quinte e Insegnanti "Sport e Salute" di Educazione Motoria per le classi prima, seconda, terza e quarta e poi abbiamo i Tutor e i libri con gli eserciziari (senza spiegare perchè si propongono, a cosa servono e che effetti propongono).


IL MIUR


A tutt'oggi le direttive ministeriali del MIUR su come organizzare all’interno del tempo scuola le due ore di Educazione Motoria non sono chiare: in molte scuole le ore sono unite, molte classi in palestra spesso sono accorpate, molti Insegnanti sono impreparati e poco competenti e spesso "ignorati" spesso dalle Insegnanti titolari (non sono presenti in palestra, oppure se ci sono fanno altro, come ad esempio correggere i compiti, ecc.). Molte Insegnanti considerano le ore di Motoria (sic!) la ricreazione, "non si deve sudare", "non bisogna esagerare con i giochi altrimenti i bambini si eccitano" e ve lo dice uno che ha lavorato e lavora nella Scuola Primaria.

Per non parlare poi della programmazione e della valutazione, dove i supplenti di Educazione Motoria stanno in silenzio perchè non conoscono la Scuola Primaria.


In attesa del Concorso


Tutte le Associazioni (CAPDI, ORIZZONTE SCUOLA, ecc..) si sono date da fare subito, predisponendo MANUALI, LIBRI, LEZIONI "AD HOC" IN REMOTO, SIMULAZIONI DI PROVE SCRITTE E ORALI (a pagamento!), le Università hanno organizzato Master, per preparare al meglio i futuri Insegnanti di Educazione Motoria.

Polpettoni giganteschi, con mille proposte, le Normative Scolastiche, la Storia dell'E.F., i piani di lavoro, le Teorie dell'apprendimento, i giochisport, ecc., per me ........ solo didatticismo e poca didattica.

E i futuri partecipanti al Concorso "a capofitto" su libri, dispense, Webinar, nell'attesa del CONCORSO!

Ma chi preparerà il Concorso? Che domande ci saranno? Gli argomenti sono stati definiti, ma a mio avviso molti sono INCOMPLETI.

La prova orale? La prova pratica? Come si valuterà il candidato?


Conclusioni


È ora di decidere oggi cosa fare della Scuola Primaria di domani, dell'Educazione Fisica (e non Motoria) di domani, degli Insegnanti che insegneranno, mettendo a punto un piano complessivo, un progetto serio per l’intero sistema di istruzione nazionale, per far funzionare tutto al meglio!


P.S. E' ora di finirla, sono stanco di essere preso in giro come Insegnante, mi sono stufato di sentir parlare alla Scuola Primaria di Ginnastica, di Ricreazione, di Educazione Motoria, di Motoria, di Psicomotricità e chiamiamola come si chiama in tutto il mondo: EDUCAZIONE FISICA!


Mi sono stufato


Mi sono "stufato" di sentire: "Oggi non si va in palestra, perchè non siete stati bravi in classe", mi sono stancato di vedere palestre vecchie, poco attrezzate, pericolose (vetrate, termosifoni sporgenti, sporche, stanzoni), mi sono "stufato" di vedere progetti ogni anno, mi sono stufato di essere considerato un Insegnante di "serie B".

Mi sono stancato


MI SONO STANCATO DI SENTIR DIRE DA PARTE DI MOLTE INSEGNANTI CHE L'EDUCAZIONE FISICA NELLA SCUOLA PRIMARIA NON SERVE A NIENTE E NON OCCORRE L'INSEGNANTE SPECIALIZZATO", PERCHE' TANTO QUALCHE GIOCO ("Nascondino", "Terra-Sole", "Giochiamo a prenderci", ecc.) LO SANNO FARE ANCHE LORO!


prof. Maurizio Mondoni

1.830 visualizzazioni0 commenti

Post correlati

Mostra tutti
bottom of page