top of page

Ministero della Salute _ Sanità 2.0 L'Esercizio Fisico è la medicina del Futuro


In data odierna presso l'auditorium "Cosimo Piccinno" del Ministero della Salute per la prima volta nella storia della repubblica italiana, si parla di "Prescrizione dell’esercizio fisico strutturato come farmaco”


L'evento, promosso ed organizzato da ANIF (Associazione Italiana Impianti sportivi e Fitness), ci ha coinvolto in un tavolo sinergico il Ministro per lo sport e i giovani Andrea Abodi, il Ministro della Salute Orazio Schillaci, rappresentato dal Capo di Gabinetto del Ministero della Salute Marco Mattei, il Presidente della Federazione Medico Sportiva Italiana Maurizio Casasco, il Responsabile Scientifico della FIMMG (Federazione Italiana Medici di Medicina Generale) Walter Marrocco, il Responsabile Sanitario della Scuderia Ferrari e MEDEX – Medicine&Exercise Alessandro Biffi, il Direttore della Wellness Foundation Federica Alberti, Emiliano Briante, consulente The European House Ambrosetti e Samuele Marcora, Docente Ordinario M-EDF Università degli Studi di Bologna.


Insieme abbiamo consolidato il ruolo dell'Esercizio Fisico quale mezzo terapeutico e di prevenzione attraverso la prescrizione medica.


Nel corso del seguito dibattito sono stati sviscerati, sotto tutte le angolazioni, i temi legati al ruolo fondamentale che l'esercizio fisico potrà svolgere e rappresentare nel prossimo futuro, grazie all’interazione fra tutti i soggetti coinvolti e, che per la prima volta si sono trovati insieme a discutere e a sviscerare l’argomento. Secondo i dati dell’Istituto Superiore di Sanità, la sedentarietà è causa del 9% delle malattie cardiovascolari, dell’11% dei casi di diabete di tipo 2, del 16% dei casi di tumore al seno e del 16% dei casi di tumore al colon-retto. I sedentari sono il 35,2% e l’Italia è tra i Paesi europei con i livelli più alti di obesità tra i bambini di 7-8 anni.


Obiettivo arrivare in media OCSE

Se la pratica regolare di attività fisica arrivasse ad essere in media OCSE, l’Italia risparmierebbe circa 32,5 miliardi nel periodo 2022-2050. L’Osservatorio Valore Sport ha quantificato in 3,8 miliardi di euro il costo sanitario annuo della sedentarietà in Italia, inteso come somma di costi diretti e indiretti, con un’incidenza sul totale della spesa sanitaria pubblica e privata del Paese pari all’1,7%. L’importanza quindi di promuovere l’esercizio fisico diventa prioritario per il nostro Paese e bisogna necessariamente avere un piano d’azione che coinvolga sia le Istituzioni che i professionisti e che possa innescare un processo di educazione ai cittadini ad un nuovo approccio all’esercizio fisico.

Le leggi ci sono, le riforme sono in corso ..

Ora è il momento di agire

352 visualizzazioni0 commenti

Post correlati

Mostra tutti

Alta Formazione Scienze Motorie Lavorare con la Disabilità

L'universo della disabilità è vasto e molteplice, non solo un lavoro ma una vera e propria vocazione Comprende infatti una miriade di tipologie di disabilità tra di loro profondamente differenti che

Commentaires


bottom of page