UN OBIETTIVO COMUNE

Corriamo insieme
verso il riconoscimento

Logo CISM

La nostra storia

“Ogni giorno siamo costretti a confrontarci con persone non laureate che fanno lo stesso nostro mestiere. Ma siamo sicuri che questo sia il meglio per noi?

È per questo motivo che nasce il Cism. Il Comitato vuole mettere ordine lottando con le istituzioni e le Università per definire e proteggere la nostra figura professionale e i nostri sbocchi occupazionali.

Se non ci organizziamo non otterremo mai ciò che auspichiamo.”

Daniele Iacò - Presidente, Comitato Italiano Scienze Motorie

La nostra storia nel dettaglio

Il 15 luglio viene presentata la prima bozza di disegno di Legge in materia di riconoscimento legislativo del laureato in scienze motorie e sportive al senatore Maurizio Romani, che appoggia l’idea dando vita al “DDL 2475” - “Disposizioni in materia di riconoscimento e regolamentazione delle professioni relative alle attività motorie, nonché delega al Governo per l'istituzione della figura di insegnante specializzato in attività motorie”.

Il CISM, Comitato Italiano Scienze Motorie, nasce ufficialmente il 29 luglio 2016, presso l’Agenzia delle entrate, direzione provinciale I di Napoli – ufficio territoriale Napoli 2, con l’obiettivo di guidare le istituzioni governative alla valorizzazione ed il riconoscimento giuridico professionale dei Laureati in Scienze Motorie, affinché venga strutturato un provvedimento legislativo che definisca e tuteli la figura professionale e gli sbocchi occupazionali.

La fine dell’anno si conclude il 23 dicembre con il M5S che dà il via libera in Puglia alle palestre
della salute.

Il 2017, il CISM raggiunge un primo obbiettivo nella regione Lombardia e, in data 24/02/2017, viene approvata definitivamente la proposta di Legge che introduce la pratica sportiva tramite prescrizione medica dell’attività e dell’esercizio fisico per la cura delle patologie croniche.

La prima collaborazione dell’anno arriva, invece, il 15 marzo presso la Facoltà di scienze motorie di Perugia con l’A.N.A.M. (Associazione Nazionale Attività' Motorie), con lo scopo di organizzare eventi promuovendo la figura del dottore in scienze motorie e sportive come professione sanitaria.

Il CISM prosegue dritto verso gli obiettivi per tutta la durata dell’anno, partecipando il 12 maggio alla prima Assemblea dei laureati scienze motorie e sportive Alto Adige e celebrando ufficiale collaborazione e coordinamento con lo stesso comitato all’insegna di obiettivi comuni. Più tardi, concretizzerà altre due collaborazioni importanti: la prima il 29 maggio con il consiglio didattico S.U.I.S.M, l’altra il 18 luglio con la “Vittoria Assicurazioni” per una polizza esclusiva disponibile per i membri appartenenti al CISM, Professionisti dell’Esercizio Fisico, ovvero i laureati in scienze motorie/diplomati I.S.E.F. , nonché i laureandi in corso che iniziano la loro carriera lavorativa da
studenti tirocinanti.

Il 2017 termina con un importante e grande traguardo raggiunto il 3 novembre in Sicilia: la regione ottiene l’approvazione della “legge 29”, concernente modalità applicative della legge regionale 29 dicembre 2014, n. 14 – Norme in materia di promozione e tutela dell’attività fisicomotoria, modificata dalla legge regionale 11 agosto 2017, n. 16. La legge 29 è promulgata traendo spunto dalla tesi di laurea del collega Giuseppe Turano sulla “Regolamentazione della professione motoria”.

Il 2019 vede la collaborazione tra CISM e Nemo - Allenamento e Cancro, un sogno a cielo aperto: prima realtà in Italia con Specialisti in materia di Attività Fisica in Ambito Oncologico.


Il comitato procede per tutto l’anno con i lavori presso il senato per il riconoscimento del laureato in scienze motorie e sportive, ottenendo svariati incontri e risposte positive.

Il 2021 si apre con la collaborazione avvenuta in data 2 febbraio tra CISM e FIT.COMM, Associazione Fitness Imprese Commerciali, che unisce per la prima volta i principali player commerciali in ambito FItness che operano sul mercato italiano (Virgin Active, Egosistema con i brand Prime e Palestre Italiane, McFit, Orange, FitExpress).


Lo stesso mese sigla, però, un traguardo molto più concreto ed importante per gli appartenenti al comitato: l’inquadramento del laureato in scienze motorie e sportive come “chinesiologo”, ai sensi della legge 8 agosto 2019, n.86, capo II, art.5, comma 1, lettera i., raggiunto il 26 febbraio.

Il 2021 è un anno di concretezze e di svolte per il comitato, un anno di importanti collaborazioni e di innumerevoli incontri come quelli con la sottosegretaria allo Sport Valentina Vezzali che in data 11 giugno sancisce un protocollo d’intesa con il Ministro dell’istruzione Patrizio Bianchi per attivare programmi e iniziative per avvicinare il mondo della scuola allo sport, favorire le attività motorie a partire dai mesi estivi fin dalla scuola dell’infanzia e dal primo ciclo d’istruzione e recuperare la socialità perduta a causa della pandemia.


Poco prima, in data 3 giugno, grazie ad un incontro avvenuto tra i migliori relatori delle scienze motorie, della chinesiologia e della Società Italiana di Medicina Fisica e Riabilitativa, il CISM aveva stretto collaborazione con la SIMFER, unendo il mondo della fisiatria a quello della
chinesiologia.

Nello stesso anno il comitato, nella persona del dott. Daniele Iacò, presidente nazionale del CISM, è ospite di RaiSport per approfondire “la riforma del chinesiologo” e lanciando il progetto di “Pat di Fair Play”. Quest’ultimo mette a disposizione della cittadinanza una piattaforma di oltre 3000 professionisti qualificati disponibili per la pianificazione e programma di Esercizio Fisico adatto a qualsiasi esigenza, dal Gioco Motorio, alla Ginnastica Posturale, all'attività motoria per Patologie Croniche Esercizio sensibili.

In data 08/09/2021 si sigla il protocollo d’intesa tra CISM ed il Centro Nazionale Trapianti per collaborazione strutturata su scala nazionale volta a promuovere il benessere della persona e, nello specifico, a supporto del paziente attraverso la somministrazione dell’esercizio fisico personalizzato e supervisionato nel pre e nel post trapianto. L’intervento del chinesiologo dell’attività motoria preventiva ed adattata è uno strumento a supporto del sistema sanitario nazionale (SSN) per il trattamento delle patologie croniche esercizio sensibili.

Il 28 Ottobre 2021 Il Governo inserisce l'insegnamento curricolare dell'EDUCAZIONE FISICA alla
scuola primaria.