top of page

Concorso per titoli ed esami per insegnamento dell'educazione motoria nella scuola primaria


Un sogno che si avvera, è appena stato pubblicato sul portale INPA il bando per l’accesso ai ruoli di personale docente per l’insegnamento dell’educazione motoria nella scuola primaria, come previsto dall’articolo 1, commi 329 e seguenti, della legge 30 dicembre 2021, n. 234.


Le domande vanno presentate dal 7 agosto al 6 settembre.


CONSULTA IL BANDO

Bando EEEM Scuola Primaria 1740 posti
.pdf
Download PDF • 424KB


PREPARATI AL CONCORSO

E' disponibile il corso di preparazione "Prepariamoci ad Insegnare" CLICCA SUL LINK PER ISCRIVERTI AL CORSO ACCEDI AL GRUPPO GRATUITO DI PREPARAZIONE AL CONCORSO


Sono ammessi a partecipare alla procedura di cui al presente decreto i candidati in possesso congiuntamente, alla data di scadenza del termine per la presentazione della domanda, dei seguenti requisiti:

  • laurea magistrale conseguita nella classe LM-67 «Scienze e tecniche delle attività motorie preventive e adattate» o nella classe LM-68 «Scienze e tecniche dello sport» o nella classe LM-47 «Organizzazione e gestione dei servizi per lo sport e le attività motorie» . Titoli di studio equiparati alle predette lauree magistrali ai sensi del decreto del Ministro dell'istruzione, dell'università e della ricerca 9 luglio 2009 o analogo titolo conseguito all’estero e riconosciuto in Italia ai sensi della normativa vigente;

  • b. 24 CFU/CFA acquisiti in forma curricolare, aggiuntiva o extracurricolare nelle discipline antropo-psico-pedagogiche e nelle metodologie e tecnologie didattiche.

I colleghi diplomati ISEF presentino domanda di partecipazione, prepariamoci al ricorso


Prova scritta


I candidati che avranno effettuato correttamente la procedura di partecipazione al concorso, saranno ammessi ad una prova scritta computer-based con 50 quesiti a risposta multipla.


La durata della prova è pari a 100 minuti, fermi restando gli eventuali tempi aggiuntivi e gli ausili di cui all’articolo 20 della legge 5 febbraio 1992, n. 104 e di cui all’articolo 3, comma 4-bis del decreto-legge 9 giugno 2021, n. 80.


La prova scritta di cui al comma 1, vertente sui programmi di cui all’articolo 8 del pubblico decreto, è composta da cinquanta quesiti, così ripartiti: a. quaranta quesiti a risposta multipla, volti all’accertamento delle competenze e delle conoscenze del candidato; b. cinque quesiti a risposta multipla sulla conoscenza della lingua inglese al livello B2 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le lingue e cinque quesiti a risposta multipla sulle competenze digitali inerenti l’uso didattico delle tecnologie e dei dispositivi elettronici multimediali più efficaci per potenziare la qualità dell’apprendimento.

Ciascun quesito consiste in una domanda seguita da quattro risposte, delle quali solo una è esatta; ciascuna risposta esatta comporta l’attribuzione di 2 punti; ciascuna risposta errata o mancante comporta l’attribuzione di 0 punti. L’ordine dei 50 quesiti è somministrato in modalità casuale per ciascun candidato. Non si dà luogo alla previa pubblicazione dei quesiti.

L’amministrazione si riserva la possibilità, in ragione del numero di partecipanti, di prevedere, ove necessario, la non contestualità delle prove, assicurandone comunque la trasparenza e l’omogeneità in modo da garantire il medesimo grado di selettività tra tutti i partecipanti.


Prova orale

La prova orale è finalizzata all’accertamento della preparazione del candidato secondo quanto previsto dall’Allegato A di cui all’articolo 8 del presente decreto e valuta la padronanza della disciplina, nonché la relativa capacità di progettazione didattica efficace, anche con riferimento all’uso didattico delle tecnologie e dei dispositivi elettronici multimediali, finalizzato al raggiungimento degli obiettivi previsti dagli ordinamenti didattici vigenti.


La prova orale ha una durata massima complessiva di 30 minuti, fermi restando gli eventuali tempi aggiuntivi e gli ausili di cui all’articolo 20 della legge 5 febbraio 1992, n. 104 e all’art. 3, comma 4-bis del decreto-legge 9 giugno 2021, n. 80, e consiste nella progettazione di una attività didattica, comprensiva dell’illustrazione delle scelte contenutistiche, didattiche e metodologiche compiute e di esempi di utilizzo pratico delle tecnologie digitali.


9.369 visualizzazioni1 commento

Post correlati

Mostra tutti

Alta Formazione Scienze Motorie Lavorare con la Disabilità

L'universo della disabilità è vasto e molteplice, non solo un lavoro ma una vera e propria vocazione Comprende infatti una miriade di tipologie di disabilità tra di loro profondamente differenti che

1 Comment


Mi sono iscritto qualche mese fa al corso di formazione. Oggi, alla luce della pubblicazione del bando, vorrei rivedere il materiale/i contenuti per la preparazione. Dove posso trovarli? Grazie

Like
bottom of page