IL NOSTRO CORPO NON È PROGETTATO PER MUOVERSI


Il corpo umano si muove sostanzialmente grazie ai muscoli che trazionano le ossa che, a loro volta, agiscono sulle varie articolazioni come delle vere e proprie leve.


Il problema è che esistono diversi tipi di leve. La cariola ad esempio è una leva vantaggiosa: ti permette di spostare tanti chili facendo uno sforzo piccolissimo. Il nostro corpo funziona esattamente al contrario: generalmente, facciamo molta più fatica di quanto dovremmo nello spostare gli oggetti.

Questo vuol dire che, se prendiamo in mano un peso da un chilo, il nostro bicipite o la nostra spalla, lo avvertiranno più pesante di quello che realmente è, poiché il corpo è composto per lo più da leve svantaggiose.


Qual è il motivo per cui siamo stati progettati per faticare più del normale??


In realtà i muscoli hanno un enorme vantaggio nell’essere progettati in questo modo: solo in questa esatta configurazione [nella quale la forza che applichiamo si trova in mezzo, fra il perno dell’articolazione, ed il peso da spostare] basterà una minima contrazione della muscolatura per compiere grandi gradi di movimento.


In sintesi: contraendo di "pochi centimetri” le fibre del bicipite, si avrà uno spostamento del peso che teniamo in mano, talmente ampio, da compensare quello svantaggio meccanico che è proprio delle nostre articolazioni.


È come se per fare ogni mino movimento quotidiano [bere, prendere un oggetto, ecc.] facessimo ogni volta dei sofisticati calcoli di fisica, trovando sempre la soluzione di movimento più “economica”, ad un gesto che nasce per essere faticoso.


Siamo dei geni ma non lo sappiamo.


Dott. Fabrizio Monticone - Chinesiologo

527 visualizzazioni0 commenti

Post correlati

Mostra tutti