top of page

"L'Educazione Fisica che vogliamo" Il futuro del Paese si gioca a Scuola


L'Educazione Fisica è la materia cardine su cui si regge l'intero sistema educativo e formativo dell'individuo, favorendone l'espressione del massimo potenziale, in quanto tale è considerata patrimonio dell'Umanità. Consulta la Carta Internazionale per l'Educazione Fisica, l'Attività Fisica e lo Sport


Le più accreditate evidenze scientifiche ne dimostrano gli effetti sullo sviluppo della corporeità, dell'autodeterminazione, delle capacità cognitive, e di conseguenza sul rendimento scolastico, portando molti paesi ad integrare l'Educazione Fisica, come strumento facilitatore per l'apprendimento efficace di qualsiasi altra materia scolastica. Con l'introduzione dell'Insegnamento Curriculare dell'Educazione Motoria alla Scuola Primaria, e con l'avvento dei Nuovi Giochi della Gioventù, la XXXIII Sessione di Studi dell'AONI - Accademia Olimpica Nazionale Italiana sarà un importante momento di confronto con illustri relatori, per ripensare la scuola del futuro.


Dal 24 al 26 Novembre saremo al lavoro affinché la Scuola possa contare su un rinnovato modello educativo, che dia a tutti i bambini la possibilità di sperimentare tutte le esperienze motorie necessarie al pieno sviluppo psico-fisico, ma anche che possa educare le nuove generazioni ai valori dello sport, uno tra i più importanti, il valore della sconfitta. Alla sua gestione. All’umanità che ne scaturisce. A costruire un’identità capace di avvertire una comunanza di destino, dove si può fallire e ricominciare senza che il valore e la dignità ne siano intaccati. A non divenire uno sgomitatore sociale, a non passare sul corpo degli altri per arrivare primo.


Scarica il Programma

XXXIII Sessione di Studi AONI
.pdf
Scarica PDF • 639KB



485 visualizzazioni1 commento

Post correlati

Mostra tutti

Alta Formazione Scienze Motorie Lavorare con la Disabilità

L'universo della disabilità è vasto e molteplice, non solo un lavoro ma una vera e propria vocazione Comprende infatti una miriade di tipologie di disabilità tra di loro profondamente differenti che

1 Comment


Unknown member
Nov 24, 2023

giusto dire che finalmente si ridà onore alla

posizione che merita l' ed. fisica nell' apprendimento scolastico, già riconosciuto prima dal governo fascista e poi dai governi più civili europei sempre osteggiata in ITALIA dall' ottusità della visione dello sport da parte di cattolici ortodossi e comunisti

Like
bottom of page