• CISM

CHI LAVORA IN PALESTRA?



Il sistema attuale è chiaramente ancora abbastanza caotico… allo stesso tempo inizia a delinearsi un certo ordine. Sarebbe buon senso che all’interno di una struttura operino professionisti con requisito minimo di Laurea in Scienze Motorie. Bellissimo, ma tocca renderlo sostenibile. Ci stiamo lavorando. D’altro canto c’è un sistema C.O.N.I. (impossibile da ignorare) che ha formato tecnici per oltre 40 anni se non di più.. potremmo per assurdo contare dal 1942, ma credo sia troppo. I diplomati I.S.E.F. erano autorevole punto di riferimento dopodiché la situazione sembra essere sfuggita di mano . Con le scuole saturate il giocattolo si è rotto.. e quello che inizialmente per molti I.S.E.F. era dopolavoro è diventato primaria professione. Dunque molte Leggi Regionali, coerentemente con il contesto italiano hanno iniziato a regolamentare la presenza di un Laureato in Scienze Motorie alla Direzione Tecnica di ogni struttura in cui si eroghi attività motoria sotto ogni forma dietro corrispettivo, ridimensionando così il tecnico di disciplina, suo sottoposto. Così si è iniziato a legiferare e regolamentare in materia Scienze Motorie ed esercizio su prescrizione medica. Sono già soluzioni attente ed apprezzabili. E su base progressiva sono già spunto per un definitivo provvedimento Nazionale. E’ chiaro che per logica gli stipendi non possono essere soddisfacenti se non girano soldi, e come si pretende di far girare soldi senza un business plan che preveda una quota coerente di accesso ai servizi , commisurata alla qualità degli standard di assistenza La fiscalità è un tema importantissimo e va trattata con i guanti, poiché le strade sarebbero infinite ma in effetti la risposta sarà sempre perfettibile. Chiacchiere a parte come mettere le Scienze Motorie nelle migliori condizioni lavorative, ed il cittadino nelle migliori condizioni per accedere ai servizi A.S.D. Regolamentazione o esclusione dell’attività fisica per il benessere da ogni centro C.O.N.I. lasciando così il volontariato ai veri volontari? ( Prevedendo chiaramente controlli stringenti in modo da tutelare chi segue le regole). Palestre : Regolamentare i requisiti minimi per apertura di attività di Fitness, e somministrazione di esercizio fisico ad ogni livello, con forti agevolazioni fiscali che consentono al professionista di tenere se vuole costi contenuti , ed allo stesso tempo consente ai cittadini di accedere ad un servizio essenziale per la tutela della salute. Palestre Comunali : Potrebbe essere interessante che i comuni aprano delle palestre dedicate con agevolazioni in base all’ I.S.E.E. i cui dipendenti siano pubblici a tutti gli effetti e Laureati in Scienze Motorie. Scienze Motorie in Cliniche ed Ospedali : Stiamo lavorando affinché lo stato riconosca una quota di laureati in scienze motorie all’interno di strutture sanitarie a chiusura della filiera preventiva, per cui l’esercizio fisico costituisce tassello chiave. Libero Professionista : Senza Laurea non potrai mai somministrare esercizio fisico personalizzato dietro corrispettivo. Il resto o si attrezza o va a fare il volontario in A.S.D. Collaborazione con i medici e la filiera sanitaria : La prestazione motoria come servizio essenziale sia su prescrizione medica che per libera volontà del cittadino potrà essere scaricabile dalle tasse. Sport Professionistico : Laurea in Scienze Motorie e Scienze e Tecniche dello Sport come requisito essenziale per preparazione fisica. Diritto di prelazione per laureati che a parità di esperienza sportiva intendono conseguire carriera tecnica. Sport Dilettantistico: Consulenza del Laureato in Scienze Motorie potrà essere prevista per tutti coloro i quali intendono avvalersi di professionisti per la preparazione fisica dei propri atleti . Bisogna mettere mano alla legge n°91 del 1981 per offrire un regolamento coerente e sensato a tutela dei professionisti che operano in ambito sportivo. Iniziamo a distinguere chiaramente Attività Sportiva ed Esercizio Fisico per il benessere. Per tutto il resto, tocca che le istituzioni tirino fuori gli attributi. Il C.I.S.M. è disponibile per confronto tematico concreto ed oggettivo per soluzioni che abbiano senso compiuto negli interessi delle Scienze Motorie

#RiconoscimentoProfessionaleScienzeMotorie

#ChiLavoraInPalestra

2 visualizzazioni0 commenti